Sempre più spesso nell'ossidazione del particolare meccanico ci viene fatta la richiesta di poter proteggere filetti, piani, fori e di anodizzare solo zone ben precise. Le protezioni si dividono in due categorie, una è la protezione semplice e l'altra è una protezione più complessa che a volte è pensata e studiata prima della costruzione del particolare stesso.

La protezione semplice viene effettuata con tappi e viti di varie dimensioni e può essere abbinata a nastri appositamente studiati per resistere al processo di ossidazione. Durante l'aggancio del particolare l'operatore tapperà i fori e i filetti o applicherà il nastro dove richiesto, questo tipo di protezione non richiede una grande manualità, ma solo un po' di attenzione da parte dell'operatore stesso.

Discorso diverso per quanto riguarda la protezione più complessa, dove questa va di pari passo con la nostra esperienza nell'offrire al cliente, la consulenza tecnica prima e durante la costruzione del particolare da anodizzare.

Di solito questa protezione viene effettuata su pezzi meccanici che rientrano nel mondo delle competizioni, a partire dalla Formula 1 e MotoGP, ma in questo caso il particolare da proteggere segue un percorso diverso. Viene portato in laboratorio e dopo essere stato controllato a disegno e certi delle varie quote, a pił riprese verrà sottoposto a protezione con particolari cere. In questo caso servirà un operatore esperto che con molta maestria, andrà a togliere o a correggere punti scoperti, così da poter anodizzare solo la zona prestabilita.